La Terraquilia sfiora l’impresa in casa del Romagna: sulla sirena è 17-16

Partita incandescente quella del “Pala Cavina” di Imola, a spuntarla è il Romagna ma Carpi mette a segno una della migliori prestazioni stagionali facendo tremare la capolista che troppo presto ha dato per spacciata la Terraquilia.

 

Inizio di gara teso ed equilibratissimo con le due compagini che erigono due veri e propri muri dinnanzi ai portieri Jan Jurina e Luigi Malavasi ex della gara. Il primo tempo è una lama di rasoio e, nonostante la coppia arbitrale tenti di limitare i contatti spargendo numerose esclusioni per due minuti, gli interventi rudi fioccano contribuendo a rendere ancor più “rusticano” un duello fra le due dominatrici del girone B. Romagna scappa sul+2  (1-3) grazie ad una bella rete del neo arrivato Milos Savic ma Carpi resta in partita grazie ad un poderoso Jan Jurina che conclude il primo tempo col 53% delle parate vincenti. Alla sirena Romagna è avanti di 1 (5-4) ma la gara resta apertissima.

 

La difesa è l’arma principale di entrambe anche nella ripresa anche se il centrale imolese Fabrizio Tassinari decide di salire in cattedra segnando quattro reti che contribuiscono a scavare il massimo vantaggio 14-11 su Carpi che pare non avere più le energie per rientrare. Il solo Sperti realizzativamente parlando continua a martellare la difesa regina del campionato segando o procurando rigori perfettamente trasformati da  Bruno Brzic che chiude la propria partita con 7 reti di cui 6/6 dal dischetto dei sette metri. Carpi sbaglia imperdonabilmente il -1 con una conclusione fallita da David Ceso sottolineando la difficoltà della compagine di coach Sasa Ilic nella soluzione della conclusioni dalla distanza. Romagna spacca la gara a quattro minuti dalla fine con una rete dalla lunga distanza del “cecchino” Matteo Resca che pare abbattere le residue speranze carpigiane. A tenere viva la gara ci pensa un super Sperti che con due contropiedi vincenti riporta a -1 i biancorossi quando mancano soltanto 18 secondi. E’ l’epilogo amaro di una gara bellissima fra due compagini che rimanderanno la contesa nei play off o quantomeno in Coppa Italia.

 

A Carpi ora non resta che concludere il discorso “regular season” blindando il secondo posto con l’obbligo di vincere tutte e tre le partite rimanenti,. L’appuntamento è per Sabato al “Pala Vallauri” contro la matricola Cingoli. Romagna invece si aggiudica il primo posto in classifica chee le consentirà di usufruire dei benefici della “testa di serie” nelle Final Eight di Coppa Italia e nel play off.

 

TABELLINO

Romagna: Tassianri, Malavasi, Dall’Aglio 1,  Bulzamini G. 1, Bulzamini D. 2, Cavina, Resca 8, Vaoli, F. Tassinari 4, M. Folli, Ceroni,  M. Folli, Rossi, Savic 1. All. D. Tassinari

 

Carpi: Jurina, Rossi, Brzic 7, Ceso, Beltrami, Cuzic, Sperti 8, Vaccaro, Nardo, Hristov, Opalic, Basic 1, Parisini, Leonesi. All. Ilic

 

Rigori: 1/3; 6/6

Esclusioni:  4;7