La Terraquilia evita la trappola: Cingoli battuta 26-23 primato difeso

Una decimata Terraquilia Handball Carpi non sbaglia l’esame Cingoli e, nonostante le tante assenze a ridurre ulteriormente le rotazioni a disposizione di coach Sasa Ilic, mantiene il primato nel girone B. Senza Nocelli e Beltrami, il tecnico carpigiano sceglie Malagola nel ruolo di Pivot a completare uno start seven con Jurina promosso a capitano in porta, Pikalek e Venturi terzini, il capocannoniere del campionato Bosnjak in cabina di regia e gli acciaccati Pivetta e Giannetta sulle ali.

L’inizio di gara, contraddistinto da molti errori, è comunque ad appannaggio di Carpi che sblocca la gara con Pivetta. La reazione di Cingoli è immediata e i marchigiani si portano in vantaggio sul 1-2 prima e sul 3-4 poi, guidati da un grande Diego Strappini. La scelta del doppio pivot da parte di Ilic paga e, dopo aver ribaltato il punteggio sul 6-5 la compagine biancorossa prende il largo chiudendo il primo tempo sul rassicurante 14-8. In cattedra il solito Jan Jurina capace di ipnotizzare sia Matjsievic che Rodriguez dai sette metri e di negare il gol in almeno tre contropiedi a campo aperto.  L’unica macchia nel finale è rappresentata dall’esclusione per due minuti inflitta a Pivetta che costringe all’inferiorità numerica gli emiliani ad inizio ripresa.

La superiorità numerica spinge Cingoli all’arrembaggio e il parziale di 1-2 in inferiorità permette ai marchigiani di toccare la doppia cifra di reti segnate. La stanchezza, in un roster corto con poche rotazioni si fa sentire, e per la Terraquilia inizia una ripresa fatta di grande gestione con gli ospiti a sparare spesso e volentieri addosso ad un Jurina in grande condizione. L’arcigna difesa cingolana su Bosnjak cala d’intensità e il centrale croato mette a segno due reti fondamentali a respingere il tentativo di rimonta fissando il punteggio sul 25-21. A nulla contano le reti di Strappini e NuCcelli nel finale: sono Pivetta, Pivetta e di un Malagola in grande spolvero a chiudere la contesa sul 26-23 con parata sulla sirena di Jurina sul contropiede di un Rodriguez svegliatosi troppo tardi.

Sin conclude dunque una vera e propria battaglia al “Vallauri” con la Terraquilia che incamera altri tre punti fondamentali che le consentono di blindare, almeno per un’altra giornata, il primato solitario in vetta alla classifica del girone b.

Prossimo impegno in casa dell’ostico Tavarnelle, capace nell’ultimo turno casalingo di battere addirittura il Romagna a fil di sirena. In caso di vittoria, la compagine di coach Sasa Ilic chiuderebbe in testa l’anno solare prima della lunga sosta per le festività natalizie.

TABELLINO (8-14) pt

Terraquilia Carpi: Jurina, De Giovanni, Bosnjak 5, D’Angelo, Galavotti, Giannetta 4, Iotti, Leonesi, Malagola 5, Monfredini, Nocelli, Pikalek 1, Pivetta 6, Venturi 5. Coach Ilic

Cingoli: Danti, Barigelli 2, Analla, Camperio 2, Rodriguez 5, Matjsievic 2, Strappini 6, Russo, Gambini, Nuccelli M.4, Nucelli E., Mangoni 2. Coach Nocelli