La Terraquilia è una meraviglia per gli occhi: espugnato il “Cavina” 17-20. Primato aritmetico nel girone B

La Terraquilia Handball Carpi chiude il discorso relativo al primato del girone B espugnando il “Pala Cavina” col punteggio di 17-20. Gelato il palazzetto imolese dopo sessanta minuti di “battaglia” sportiva condotti, ad onor del vero, sempre dai biancorossi guidati da un monumentale Jan Jurina capace di annichilire il tentativo estremo del Romagna nella ripresa.

Coach Sasa Ilic sorprende tutti e nello start seven lascia in panchina il capocannoniere della Serie A preferendogli il “baby talento” Lorenzo Nocelli in cabina di regia. La scelta paga e Carpi passa per prima in vantaggio grazie alla rete di uno dei tanti ex: Giulio Venturi. L’equilibrio permane costante, grazie alla grande vena dei portieri Jurina e Rossi, sino al 5-5, poi la doppietta di Riccardo Pivetta e la rete di Nicolas Polito consentono a Carpi di scavare il primo break. Romagna ha un sussulto d’orgoglio e ricuce, trascinato dal pubblico del “Cavina” sino al 8-9. Un rigore, concesso allo scadere, e prontamente trasformato da Tomislav Bosnjak consente alla Terraquilia di chiudere avanti sul 8-10.

Nella ripresa si scatena la furia di Tomislav Bosnjak: sono sei le reti dell’asso croato che guidano Carpi sino al 13-16 al 45′. Terminata la “trance” agonistica del terzino carpigiano, è l’estremo difensore Jan Jurina ad abbassare la saracinesca rendendosi protagonista di quattro strepitose parate che soffocano il sogno di rimonta dei padroni di casa. Incassata con disinvoltura la contro reazione del Romagna sono Giulio Venturi e Nicolas Polito a caricarsi, assieme ad Alex Castillo, il peso offensivo con il nuovo e decisivo allungo sul 16-19. Romagna accorcia nuovamente sul 17-19 ma una meravigliosa rete di Venturi chiude definitivamente la contesa sul 17-20 che fa esplodere la gioia dei quaranta tifosi biancorossi accorsi al “Cavina”.

Sasa Ilic completa il proprio capolavoro conquistando aritmeticamente il primato nel girone B che consentirà alla Terraquilia di iniziare con tre punti di vantaggio il “gironcino” di poule play off che, se vinto, garantirà un posto diretto alle semifinali scudetto. Contestualmente viene messo definitivamente in vetrina un maestoso gioco corale nel quale i due nuovi acquisti Nicolas Polito ed Alex Castillo appaiono già perfettamente integrati. A tuttociò va aggiunta la straordinaria stagione di un Tomislav Bosnjak salito a quota 125 reti stagionali. Ora ultima fatica per i biancorossi sabato prossimo contro il Bologna prima di congedarsi con una giornata d’anticipo attendendo che alle proprie spalle si delinei la griglia per la “post season”.

TABELLINO,

Romagna – Terraquilia Carpi 17-20 (p.t. 8-10)
Romagna: Bulzamini G. 2, Resca 3, Bulzamini D. 3, Nardo 1, Ceroni 3, Rossi D. 2, Matteo Folli 1, Sami, Rossi M, Tassinari F. 1, Ceso 1, Garavina, Cavina, Manuele Folli. All: Domenico Tassinari
Terraquilia Carpi: Jurina, De Giovanni, Beltrami, Bosnjak 7, Castillo 2, Cuzzi, D’Angelo, Giannetta 1, Leonesi, Malagola, Nocelli, Pivetta 2, Polito 3, Venturi 5. All: Sasa Ilic
Arbitri: Bassi – Scisci

RISULTATI SETTIMA GIORNATA DI RITORNO

Romagna vs Terraquilia Carpi 17-20

Ancona vs Cingoli 24-20

Nonantola vs Città Sant’Angelo 24-27

Metelli Cologne vs Tavarnelle 30-27

CLASSIFICA GENERALE

Terraquilia Handball Carpi 41

Romagna 33

Città Sant’Angelo 31

Bologna 24

Cologne 20

Tavarnelle 15

Cingoli 14

Ancona 10

Nonantola 4