Il bilancio del Presidente Enrico Lucchi: “Siamo soddisfatti, ora proviamo a stupire”

Il Presidente della Terraquilia Handballl Carpi Enrico Lucchi fa il punto della situazione in casa biancorossa toccando tutte le tematiche che stanno contraddistinguendo la stagione con le Final Eight di Coppa Italia alle porte.

Presidente inevitabile chiedere un primo bilancio della stagione verso il termine della regular season?
“Possiamo tranquillamente dirci soddisfatti. In estate abbiamo operato una rivoluzione per ringiovanire la rosa ponendo le basi per un progetto che duri almeno un lustro. avevamo messo in conto di dover pagare uno scotto che invece di fatto abbiamo patito relativamente qualificandoci alle Final Eight e partendo da una posizione privilegiata nella “poule play off. La cosa che più ci inorgoglisce è quella di aver creato un gruppo solido, sano e che vive con entusiasmo la settimana di lavoro onorando la maglia il Sabato in campo”.
Una fase finale che vi vedrà privi di Vito Vaccaro, uno dei vostri giocatori migliori. Quali possono essere le prospettive di questa vicenda?
“Sulla questione preferisco mantenere il riserbo dato che ci stiamo già muovendo per tentare di cancellare una sentenza che reputiamo esagerata per un mero errore di compilazione di moduli. Vito è un elemento imprescindibile non solo per noi ma anche per la Nazionale italiana e auspichiamo che tutto il movimento della pallamano italiana si stringa attorno ad un ragazzo generoso che non merita di rischiare di rischiare di veder compromessa la propria carriera. Dal punto di vista del campo perdiamo un tassello importante ma crediamo moltissimo in Veselin Hristov, che seppur molto giovane, ha dimostrato di meritare una piazza come Carpi a suon di buone prestazioni. Il ragazzo si è messo, con umiltà, sin da subito a disposizione di coach Sasa Ilic ed è un elemento molto prezioso per noi anche in chiave futura”.
Molto apprezzato anche il vostro progetto nelle scuole che sta facendo ulteriormente crescere il movimento del vostro settore giovanile.
“Noi crediamo moltissimo nell’attività nelle scuole che ci consente sia di far conoscere la nostra realtà incrementando il pubblico durante le partite ma anche e soprattutto di far scoprire ai ragazzini la pallamano potendola provare nelle ore di Ed. Fisica con campioni affermati del calibro di Jan Jurina, Andrea Basic, Andrea Parisini e Carlo Sperti. Dispiace soltanto che questa iniziativa non abbia trovato per due anni consecutivi il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi per via di qualche sorpassabile vezzo burocratico. Nonostante ciò la cosa non ci impedirà di proseguire in questa nostra missione che da anni portiamo avanti nella città di Carpi con riscontri importanti con l’apprezzamento in particolare di tanti genitori ai quali il far praticare sport ai figli non grava sul bilancio famigliare. E in un periodo economico globale non florido penso non sia poco”