Bilancio di fine stagione, Cerchiari: “gruppo da confermare per riprovare la scalata l’anno prossimo”

Come di consueto al termine della stagione arriva il bilancio del Direttore Generale della Terraquilia Handball Carpi Claudio Cerchiari che oltre che tirar le somme dell’annata sportiva non tralascia nessun tema a partire dal mercato.

“A mente fredda, smaltita l’amarezza per la sconfitta nel doppio confronto contro il Fasano posso orgogliosamente dire di essere fiero della mia squadra che mai come quest’anno è andata vicina a qualificarsi alla prima finale scudetto della sua storia.

Usciamo a testa alta da un doppio confronto duro, spettacolare come da tradizione, che ha messo in luce un gruppo eccezionale diretto da un allenatore che ha dimostrato tutto il proprio valore zittendo qualche ingiustificata critica di inizio stagione. Faccio i complimenti, da parte di tutta la società, ad ogni singolo elemento della rosa nel quale abbiamo sempre creduto e dal quale ci sentiamo ripagati da questo bel finale di stagione. E’ stato emozionante concludere l’annata in un tempio della pallamano come il “Pala Bursi” che abbiano onorato difendendone l’imbattibilità davanti ad un pubblico meraviglioso che ha letteralmente preso d’assedio ogni singolo posto a disposizione. Questa squadra ha cuore, un’anima e ha mostrato un gioco che raramente è visibile in Italia e questo va a grande merito del nostro allenatore.

Fra qualche giorno arriverà l’ufficialità, ma posso anticipare che abbiamo trovato un accordo per continuare il rapporto con Sasa Ilic per dare continuità ad un progetto coraggioso iniziato questa stagione e al quale abbiamo tutta l’intenzione di dare continuità potenziando il più possibile la rosa nel mercato estivo confermandone, ci tengo a precisare,  la gran parte. Ringrazio inoltre i miei compagni d’avventura Enrico Lucchi ed Emilio Bonfiglioli con i quali c’è piena sintonia e ai quali sono legato da una sincera amicizia. Ho sentito il mio nome accostato ad altre realtà, anche in altri sport, ma posso tranquillizzare i tifosi carpigiani poichè anche se nonantolano di nascita ormai sento Carpi una seconda casa; ragion per cui non c’è motivo per cui io veda il mio futuro lontano da questi colori.

Ci tengo a ringraziare profondamente anche tutti i nostri sponsor che in uno sport che vive unicamente sulle capacità dei club di auto sostenersi, svolgono un ruolo centrale non solo da un punto di vista economico ma anche sotto il profilo del supporto diretto. Abbiamo infatti la fortuna di poter contare sul sostegno di tanti imprenditori locali ai quali ho trasmesso la passione per la pallamano e con i quali c’è la convinta volontà di continuare a crescere per toglierci soddisfazioni importanti nel prossimo futuro.

Rivolgo infine i miei complimenti alla società Junior Fasano, ai giocatori e allo staff tecnico per la terza finale consecutiva centrata nella speranza che le divergenze e la rivalità si appiani nei prossimi anni lasciando solo spazio allo spettacolo che le nostre due squadre hanno dimostrato di saper sempre metter in campo ogni qual volta incrocino i propri destini.